Il degrado dilagante e la quasi totale mancanza di decoro sono probabilmente i punti più stridenti con la magnifica bellezza di Roma. Quella che fu la capitale dell'Impero Romano, nonché uno dei luoghi più ricchi di cultura e storia al mondo, è oggi disseminata di un numero incontrollato di cartelloni con forme, colori, materiali di una bruttezza sconcertante. A questi si sommano poi centinaia di migliaia (probabilmente milioni) di adesivi pubblicitari appiccicati in ogni palo della luce, cassonetto, cassetta della posta, fermate dell'autobus, ecc. ecc. Per non parlare dell'infinità di scritte e tag presenti su ormai tutti i muri, che ricordano in maniera sbiadita la New York degli anni '80. Completano il quadro poi, strade e marciapiedi invasi da venditori ambulanti, camion bar antiestetici e "provvisori" da 25 anni posti davanti ai monumenti più rappresentativi, strade e parchi pubblici sporchi e tanto altro ancora, che sarebbe prolisso elencare.
 
Nelle pagine che seguono si cerca di approfondire questi problemi, analizzandoli e provando a proporne una soluzione adeguata ed europea.

Informazioni aggiuntive