Logistica e distribuzione merci

Una buona parte del caos presente sulle strade durante le ore di punta è rappresentato da furgoni di trasporto merci che hanno dimensioni spesso eccessive rispetto alle vie in cui circolano e contestualmente non hanno (o ne hanno pochi e mal presidiati) posti di sosta dedicati, che gli consentano di svolgere il proprio lavoro, senza essere di intralcio per il traffico.

Nuovo Piano Merci

Lungo il perimetro dell'anello ferroviario devono realizzarsi Piattaforme Logistiche Urbane dove accatastare le merci trasportate con autocarri di grandi dimensioni, per poterle poi distribuire all'interno dello stesso con mezzi di dimensioni minori, che abbiano quindi minori problemi di parcheggio e che si muovano più agevolmente per le strade urbane. Alcune zone in cui potrebbero realizzarsi sono lo scalo San Lorenzo, al posto degli attuali sfasciacarrozze lungo la via Olimpica, su via Portuense e, comunque, in aree da individuare secondo tale criterio.

L'accesso alle P.L.U. (Piattaforme Logistiche Urbane) potrà avvenire esclusivamente all'interno di fasce orarie lontane da quelle di picco del traffico veicolare. Per fare ciò i mezzi che distribuiscono merci all'interno del G.R.A. devono essere accreditati e dotati di Telepass, tramite il quale possano essere tracciati nei percorsi ed eventualmente multati, nel caso si muovano in orario non consentito.

In ogni via deve esserci un posto dedicato a carico/scarico merci presidiato con telecamera con sanzionamento automatico per i mezzi non autorizzati. Il posto su ciascuno stallo deve poter essere prenotabile tramite portale online del sito del Comune di Roma (oppure tramite app per smartphone) da chi ne ha l'accesso come autotrasportatore.

I trasportatori devono adeguare i propri mezzi alle ultime normative antinquinamento, pertanto si introdurrà il divieto di accesso ai mezzi di età superiore di 10 anni, penalizzando economicamente in maniera progressiva, i veicoli dai 6 ai 9 anni. Trimestralmente il Comune dovrà ricevere rapporti dai trasportatori sull'andamento del carico merci, indicante la percentuale di carico con cui viaggiano i mezzi: nel caso questi viaggino con carico medio inferiore al 60%, il Comune si fa promotore di interventi atti a massimizzare i carichi medi dei veicoli.

 

Altri interventi

Spalmare gli orari d'accesso dei dipendenti pubblici, delle scuole e delle altre attività lavorative in una fascia oraria più ampia di modo da diminuire i picchi di traffico ed il congestionamento delle strade.

Davanti alle scuole deve vigere il divieto di fermata (non deve essere cioè concessa la sosta), esclusivamente durante l'orario di ingresso/uscita degli alunni, in questo modo è concessa solo la fermata per far scendere i bambini e farli entrare a scuola, evitando le doppie file. Tali spazi di sola fermata devono essere presidiati da telecamere per multare chi non dovesse rispettare tale regola. Fuori dagli orari di ingresso/uscita vige la normale regolamentazione della sosta.

 

....

Informazioni aggiuntive